Avere la capacità di essere costante è fondamentale per la tua ricetta di successo, per raggiungere i risultati che desideri o per portare a termine un progetto personale o lavorativo che ti sta a cuore.

Ciao, sono Paulina Ispas, Coach&Mentor per crescita, lo sviluppo e la realizzazione personale.

Quando vuoi portare nel tuo quotidiano quei piccoli cambiamenti che fanno una grande differenza sulla qualità delle tue giornate e della tua vita, essere costante è la chiave di svolta ma è anche una bella sfida.

É una sfida che è difficile vincere senza alcuni accorgimenti, piccoli ma di grande importanza.

Infatti, se ci pensi, quante volte hai iniziato quella dieta o quell’allenamento per poi abbandonarli prima ancora di vedere dei risultati concreti?

Eppure, quando la tua attenzione è stata catturata da quella specifica attività fisica o dieta e hai deciso di portarla nella tua routine ti sembrava un’ottima idea.

Volevi perdere quei chili di troppo, sentirti più snella e più vitale, avere più energia ed entrare in quel paio di jeans che non riesci più a chiudere.

Cos’è successo allora? Come mai hai rinunciato al tuo obiettivo prima ancora di ottenere quel risultato desiderato? Quale è l’ostacolo che si frappone fra te e il tuo obiettivo?

E quante volte hai iniziato a mettere in pratica quel nuovo metodo o quell’insegnamento che avevi trovato molto interessante e che ti avrebbe permesso di essere più focalizzata nel tuo lavoro, più efficace ed efficiente o più serena ad affrontare certe sfide?

Hai letto quella guida su un blog oppure hai comprato un ottimo corso. Per qualche giorno l’hai seguito, magari lo hai anche messo in pratica ma poi hai lasciato perdere.

Come avrai già capito a questo punto, l’ostacolo fra te e il raggiungimento del tuo obiettivo è proprio la capacità di essere costanti.

Lascia che ti sveli un segreto, anche se forse finora non l’hai mai vista così, la capacità di essere costanti si può benissimo sviluppare e allenare.

Quando inizi una nuova pratica e la abbandoni prima di aver ottenuto qualcosa di utile da questa succede che ti scoraggi, perdi la fiducia nelle tue capacità.

In più ci aggiungi anche il senso di colpa, magari anche per i soldi e il tempo spesi. Lo condisci con l’autocritica e il biasimo e ti rimproveri di non tenere mai fede agli impegni che prendi con te stessa. Con il risultato che la tua costanza si affievolisce ogni volta sempre di più.

A questo punto finisci per credere che la costanza sia una cosa che non ti appartiene proprio.

Come ti dicevo la costanza può essere sviluppata, necessita però di alcune cure ed accorgimenti speciali e soprattutto va allenata.

Ma prima scopriamo quali sono i motivi per cui abbandoni quella determinata attività prima di ottenere il risultato che desideri.

Prendiamo come esempio il desiderio/l’obiettivo di praticare lo yoga. Mettiamo che hai sentito parlare dei benefici che comporta e ti piacerebbe portarli nella tua vita. Poi hai visto delle immagini di chi già lo pratica e solo a vederle ti fanno venire voglia di essere anche tu così flessibile e snodata.

Ne sei rimasta affascinata e hai deciso di iscriverti a un corso di yoga online da praticare comodamente da casa tua e hai acquistato un abbonamento mensile.

Hai iniziato con grande entusiasmo e curiosità mentre preparavi il tuo tappetino e l’abbigliamento comodo, accendevi una candelina e mettevi anche un po’ di musica rilassante per creare l’atmosfera giusta.

Hai iniziato a praticare e tutto è andato alla grande fino a quando, qualche giorno dopo ti sei accorta che ci vuole un certo impegno, tempo, pazienza e anche sforzo fisico e mentale, senza aver acquisito (ancora) quella scioltezza della tua insegnante o che vedi in quelle bellissime immagini sul web.

A questo punto inizi a fare il paragone tra te e chi è a un livello più avanzato e ti lasci scoraggiare. Da cui ad abbandonare completamente la pratica il passo è breve e in men che non si dica ti ritrovi a pensare che non sei costante, che non fa per te.

Ecco quindi, i motivi per cui non riesci a essere costante:

  • Vuoi tutto e subito.

Ti aspetti risultati troppo grandi in troppo poco tempo. Non ottenendoli abbandoni troppo presto.

  • Fai un paragone sbilanciato.

Se ti paragoni a chi pratica lo yoga già da anni e non tieni in considerazione il fatto che per essere dove sono loro adesso bisogna iniziare da dove stai iniziando tu adesso, non porti acqua al tuo mulino.

  • Abbandoni troppo presto.

Non ti stai dando il tempo necessario per allenare la tua costanza. Come ti dicevo, la costanza va allenata.

  • Un altro motivo per cui non riesci ad essere costante è che il tuo obiettivo o il tuo progetto non ha alla base una motivazione molto forte.

Come si fa ad avere una motivazione forte?

Scopri il tuo grande Perché

Scopri la motivazione più alta, il tuo grande Perché che sta alla base dell’attività che vuoi portare nelle tue giornate e presto scoprirai che anche tu hai la capacità di essere costante.

Per fare ciò ti invito a riflettere bene sul tuo Perché facendo un esercizio che tra poco ti propongo, semplice ma di impatto.

L’esercizio è molto semplice. Consiste nel chiederti più volte PERCHE’.

Per esempio: se il tuo progetto è di praticare lo yoga con costanza chiediti: perché voglio praticare yoga?

Se hai risposto, per esempio: per essere più sciolta; continua a chiederti: e perché voglio essere più sciolta?

E di nuovo se hai risposto: per sentirmi meglio con me stessa; chiediti un’altra volta: e perché voglio sentirmi meglio con me stessa?

Capito il concetto? Continua così fino a quando avrai scoperto il tuo grande perché che è la vera motivazione che sta alla base della tua nuova attività o progetto.

Quando hai una forte motivazione è molto più facile dedicarti un po’ di tempo ogni giorno con costanza al tuo obiettivo.

Uso questo esercizio, quando la situazione lo richiede, nella sua versione completa, con successo nelle mie sessioni coaching.

A proposito, se vuoi scoprire i miei percorsi di coaching vai su questa pagina https://paulinaispas.com/cosa-posso-fare-per-te/.

Se invece vuoi prenotare una sessione gratuita di coaching vai su questa pagina https://paulinaispas.com/risorse-gratuite/.

Questo esercizio funziona anche con le persone che hanno perso la voglia e la costanza di fare una determinata attività pratica nella loro quotidianità perché riescono a trovare la vera motivazione che è la spinta, il motore che sta dietro a quell’attività pratica e riportarla con successo nella loro vita.

Ti racconto la storia di qualcuno, che chiamerò Sara, per farti capire quanto è potente questo esercizio.

Ogni giorno dopo il lavoro Sara non aveva più voglia di alzarsi dal divano per andare a fare una camminata nemmeno se la pagavi. Sara, sapeva benissimo quali grandi benefici ne avrebbe ottenuto e anche quanto bisogno ne aveva.

Eppure a fine giornata lavorativa non muoveva più un muscolo. Questo la faceva sentire in colpa ma ciò non bastava a farla muovere.

Quando è venuta da me e mi ha parlato di questo suo obiettivo le ho proposto l’esercizio per ritrovare la motivazione giusta.

Dopo aver fatto l’esercizio completo in una sessione di coaching, ha trovato la sua motivazione più alta e con facilità ha preso a camminare con costanza.

Con il risultato che oltre a sentirsi meglio, con più energia e vitalità, ha perso anche quei chili di troppo, si sente più leggera e piena di energia ottenendo così anche un ottimo impatto sulla sua autostima.

(Sull’autostima ho scritto un articolo che puoi trovare qua https://paulinaispas.com/autostima-facciamo-chiarezza/).

Ecco che altro puoi fare oltre all’esercizio del Perché che ti ho proposto sopra.

  • Scomponi il tuo progetto in piccoli passi da fare uno alla volta

Se il tuo obiettivo ti sembra troppo grande e richiede tanto tempo, pazienza, concentrazione, sforzo, dividilo in tanti altri piccoli obiettivi, piccoli passi a cui dedicare pochi minuti ogni giorno.

Riprendendo l’esempio dello yoga, i piccoli obiettivi in cui scomporre quello più grande possono riguardare la buona esecuzione di un’asana alla settimana. Per una settimana ti dedichi a un’asana in particolare fino a quando riesci a eseguirla con più facilità. Alla fine di un anno conoscerai ben 52 asana che potrai eseguire con più scioltezza.

Questo è solo un esempio, tu puoi trovare quelli che ritieni facciano il tuo caso.

  • Metti in risalto ogni piccolo risultato Ogni volta che ottieni anche il più piccolo risultato, riconosciti il merito. Riconoscendoti così anche il tuo impegno. É un modo semplice per incoraggiarti da sola a fare sempre più e sempre meglio con costanza.
  • Sviluppa la tua forza di volontà

Per sviluppare la forza di volontà inizia con fare anche quelle cose che non ti piacciono ma che sai che vanno fatte e falle per prima, mettile in cima alla tua to do list.

Per esempio, se la mattina ti piace rimanere a letto e dormire, metti la sveglia mezz’ora prima.

Nei primi giorni non sarai molto felice quando la sentirai suonare, ma continuando ti sentirai molto più soddisfatta perché avrai fatto una cosa che hai deciso tu, in cui ti sei impegnata e ci sei riuscita.

É un modo un po’ duro ma molto efficace per sviluppare la tua forza di volontà.

  • Mettila in agenda

Fai in modo che la nuova attività che vuoi portare nella tua routine diventi un appuntamento fisso inderogabile. Dalle il tempo e lo spazio che si merita.

Trattala con la massima importanza e urgenza. Come se avessi un meeting con il capo al quale non puoi dire di no, al quale non puoi mancare.

  • Verifica il valore reale che ottieni

Chiediti se questa nuova pratica o attività ti serva davvero, se farà davvero la differenza nella qualità della tua vita. E chiediti pure se corrisponde al tuo sentire interiore, ai tuoi valori, ai tuoi principi.

  • In fine prova a ricordare se c’è mai stata una volta, un episodio della tua vita in cui sei stata costante.

Come hai fatto allora, quale era la situazione precisa? Che cosa ti motivava a fare quella determinata cosa con costanza? Cosa ti dicevi, cosa vedevi? Come ti faceva sentire?

Rivivi quel momento ed estrapola tutte le informazioni che ti possono essere d’aiuto ora, nel momento presente.

Bene! Adesso che hai scoperto alcuni dei motivi per cui non riesci a essere costante e hai anche visto qualche spunto che spero ti sia di ispirazione per allenare la tua costanza sono curiosa di sapere la tua opinione a proposito.

Che rapporto hai tu con la costanza? Ti riesce facile? Conosci altri modi per allenare la costanza?

Lascia il tuo commento qua sotto. Sarò felice di leggerlo.

E se vuoi scoprire di più sui miei percorsi di coaching vai su questa pagina.

Se invece vuoi prenotare direttamente una sessione gratuita e conoscitiva di coaching con me vai su questa pagina e segui le istruzioni.

Un abbraccio,

Paulina

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *